Boston: quinto anno di scambio per due allievi della Scuola Vela Mascalzone Latino

Boston: quinto anno di scambio per due allievi della Scuola Vela Mascalzone Latino
08 07 2017

È con grande piacere che la Scuola Vela Mascalzone Latino annuncia per il quinto anno consecutivo la partenza di due allievi e un istruttore alla volta di Boston (USA), una città che, grazie alla presenza di circoli altrettanto destinati a scopi sociali, si è gemellata alla perfezione con il progetto di Vincenzo Onorato, ormai prossimo al settimo anno di attività nella sua sede definitiva di Napoli.

I ragazzi coinvolti nel programma PIB (Professionisti Italiani a Boston) Summer Event 2017 sono Giuseppe Masecchia e Alessio Garau, 16 e 15 anni, che saranno accompagnati dall'istruttore Salvatore Ercolano. Si tratta di due promettenti allievi, validi velisti ma dall’opposto profilo scolastico, che, con questa occasione, vengono premiati per l’impegno e la serietà dimostrata alla Scuola Vela. È ancora una volta infatti un’opportunità che viene offerta loro per conoscere il “nuovo mondo”, visitando una delle città culturalmente più fertili di attività universitarie e sportive ai massimi livelli, fra cui ben figurano il MIT Sailing Pavillon (legato appunto all’omonima sede accademica), il Courageous Sailing Center e il Community Boating Center. Un’occasione dalla quale si può tornare non solo più ricchi di esperienza e conoscenza, ma anche ben più “carichi” e motivati sopratutto dopo aver visto una comunità pulsante di giovani istruiti e in grado di realizzarsi velocemente grazie alla dinamicità della società americana.

Per conoscerli meglio: Giuseppe vive ad Afragola e frequenta la Scuola Vela Mascalzone Latino dal 2013. Oggi si sta formando come prodiere a prua del 420; non ne vuole sapere di studiare, ma è volenteroso e ha una gran voglia di imparare e fare cose manuali. È un ragazzo agile con grandi qualità motorie: vederlo all'opera in barca o sul suo skateboard lascia tutti meravigliati.
Alessio è il suo timoniere. Un ragazzo posato, di grande intelligenza ma estremamente pigro. Non ama il latino, ma è molto bravo in matematica; passerebbe ore a giocare ai videogame.

Due adolescenti contrastanti ma che ben funzionano assieme in barca, per i quali lo scambio culturale a Boston sarà una grande opportunità per conoscere nuove realtà, capire cosa è importante per il loro futuro e, forse, riflettere su quale strada prendere negli studi.

Nel fitto programma che gli è stato riservato anche quest'anno, oltre alle regate nei principali club della città, è prevista la visita al museo delle scienze, all'acquario, alle principali università di Boston ma anche una gita fuori porta a Cape Cod e una giornata in classe in una scuola internazionale di inglese, tutto in compagnia degli amici del PIB. La partenza è programmata per domenica 9 luglio, mentre il rientro avverrà giovedì 20 luglio. In mezzo a queste esperienze, tre momenti di regata: martedì 11 luglio dalle 17.30 al MIT Sailing center, giovedì 13 luglio dalle 17.30 al Courageous Sailing Center e Venerdì alle 9.00 al Community Boating, con la classica cerimonia di premiazione finale al Consolato Generale d’Italia a Boston.

Anche nel 2017 a supportare la spedizione dei Mascalzoni a Boston sono state le ditte locali Danforth Dental, FLS International School - Saraceni Family e Logo Mix. A ospitarli, come negli anni precedenti, gli amici Frank Facella, un dentista, e Giovanni Abbadessa, ricercatore medico e co-fondatore del PIB. La loro accoglienza è inoltre garantita da altri membri del PIB, e dalla famiglia Saraceni per quanto riguarda l’organizzazione e accompagnamento a diverse visite e attività.