Il crash contro Emirates Team New Zealand secondo Barovier e Foucher

L'incidente fra Emirates Team New Zealand e Mascalzone Latino Audi Team secondo l'aiuto prodiere Alberto Barovier e Thierry Foucher, trimmer del genoa.

Alberto Barovier: “Ieri, portaci fuori dalla layline, è stata una buona manovra da parte di New Zealand. Ad un certo punto abbiamo virato in contemporanea ai kiwi e siamo rimasti fuori dalle due lunghezze della boa, e siamo andati oltre. Entrambi abbiamo necessariamente fatto un'altra manovra per tornare indietro e girare correttamente la boa a destra. In questa fase abbiamo chiuso la strada a New Zealand, non abbiamo virato, ma siamo rimasti con la prua al vento.



"Purtroppo, poi, hanno voluto infilarci, pensando che noi avremmo virato, e invece con il tangone ci hanno centrato, bucandoci la barca.
”Riguardo al match in programma oggi Barovier ha detto: “Contro Synergy siamo fiduciosi delle nostre possibilità. Ieri con il favorito abbiamo dimostrato sangue freddo. E anche nella situazioni più concitate abbiamo dimostrato di potercela giocare. Purtroppo il comitato di regata ci ha invitato ad abbandonare il match, mentre New Zealand ha proseguito a regatare”.

Thierry Fouchier: “Ieri, nella prima regata, abbiamo portato a casa un ottimo risultato. Al primo incrocio eravamo davanti e siamo riusciti a rimanere in testa sino alla fine. E' stato un bel risultato. La seconda gara è stata una lotta tra Team New Zealand e noi, ma non si è conclusa nostro favore. Oggi dobbiamo mantenere la concentrazione e cercare di fare meglio.”

Ritornando sull'episodio di ieri Foucher ha detto: “Ieri il comitato di regata ci ha invitato ad abbandonare la regata, servendo così la vittoria a tavolino a Team New Zealand. La decisione è stata determinata dalle preoccupazioni manifestante dallo shore team per il danno subito. Sinceramente non capisco la logica della decisione, ma le cose stanno così.”

Per quanto riguarda il nuovo percorso di regata, non mi piace molto la novità del passaggio obbligato di metà regata inserita per la prima volta qui a Dubai, a mio parere chiude un po' troppo il gioco. Tuttavia, abbiamo bisogno di provare di più e vedere come funziona. Per quanto riguarda il mio lavoro, non cambia nulla, io devo fare sempre lo stesso, regolare la vela affinché la barca possa navigare il più veloce possibile.”



In merito al fatto che questa sia l'ultima regata con gli ACC Versione 5 Foucher dice: “Sono un velista esperto di multiscafi quindi non mi mancheranno le imbarcazioni ACC, ma non posso che confermare che per il match race sono delle buone barche. I multiscafi cambieranno la natura del gioco. Sarà ancora match race, ma di diverso tipo. Le forme delle vele sono diverse, su queste barche è necessaria molta potenza per muovere il peso della barca mentre sui multiscafi hai bisogno di meno potenza perché sono più leggeri e veloci. Il trimming è sempre lo stesso, a cambiare sono solo le forme delle vele.